L’8 novembre difendiamo le balene dalla caccia indiscriminata

locandina

Sempre nell’ambito della Rassegna Bolognina Banlieue 2018/2019, continuano le messe in scena al Teatro del Lampadiere c/o Arci Brecht via Bentini 20 Bologna. Il prossimo evento giovedì 8 novembre alle ore 21 Teatro della Rabbia presenta Il ritorno in scena di “I
Silenzi del Mare” Ingresso: Offerta Libera con tessera Arci. info. 3347310495 -
info@teatrodellarabbia.com - La tessera si può fare in teatro.

Martedì 11 settembre a Valsamoggia Dove finisce la notte

A grande richiesta, replichiamo ancora lo spettacolo di teatro e video ispirato ad una storia realmente accaduta in questi luoghi. Se non l’avete ancora visto non potete perderlo! Vi aspettiamo! 

 Risultati immagini per seconda guerra mondiale

Il Teatro della Rabbia presenta

DOVE FINISCE LA NOTTE - UN RICORDO DI GUERRA

 

da un racconto di Roberto Fiorini

con Nicola Fabbri e Micaela Piccinini

 regia video Davide Savaidis

nel video: Andrea Bazzani, Micaela Piccinini, Guido Vittorio Bazzani, Antonio Koch, Enrico Bazzani, Giancarlo Bazzani

Voce Off: Nicola Fabbri

Arrangiamenti audio: Matteo de Angelis

 

Drammaturgia Antonio Koch

Regia teatrale Francesca Migliore

San Giovanni in Persiceto, paese alle porte di Bologna, inverno tra il 1944 e il 1945. Una famiglia di contadini, composta da madre, nonno e bambino di quattro anni; un padre inghiottito dal fronte russo che non ha lasciato tracce dietro di sé; una vita sospesa, fatta di piccole cose, in attesa di eventi che posso precipitarla da un momento all’altro nella paura e nel pericolo.
Improvvisamente, dal cielo, cade un paracadute e con lui Francis Cooper, un misterioso americano che parla una lingua sconosciuta. L’americano è gentile; la famiglia lo accoglie e lo nasconde ai Tedeschi, e in cambio il giovane uomo dà una mano nei campi e diventa un secondo padre per il bambino. Ma la grande Storia trascina con sé le piccole storie di questi personaggi, precipitandole verso un finale sorprendente. Questo spettacolo attraversa vari linguaggi, il teatro di narrazione, il video, la prosa, le canzoni dal vivo, proponendosi di ricostruire un ricordo di guerra realmente accaduto, raccolto dalle bocche dei protagonisti dallo scrittore Roberto Fiorini. Una vicenda drammatica ma brulicante di vita e di fede nella capacità di riscatto dell’uomo dagli orrori della guerra.

Martedì 11 settembre 2018, ore 21.30 - Centro Civico Luigi Raimondi, Via Sandro Pertini, 44, Ponte Samoggia (Bologna) - nel navigatore indicare Crespellano INGRESSO offerta libera 

info@teatrodellarabbia.com - 339/7746956

Venerdì 1 giugno al Centro Katia Bertasi, un ricordo di guerra

Nell’ambito della rassegna Bolognina Banlieue, continua la tournée della fortunata produzione 2017 del Teatro della Rabbia.

Consulta il programma Bolognina Banlieue della rassegna.

Il Teatro della Rabbia presenta

DOVE FINISCE LA NOTTE - UN RICORDO DI GUERRA

 

da un racconto di Roberto Fiorini

con Nicola Fabbri e Micaela Piccinini

 

regia video Davide Savaidis

nel video: Andrea Bazzani, Micaela Piccinini, Guido Vittorio Bazzani, Antonio Koch, Enrico Bazzani, Giancarlo Bazzani

Voce Off: Nicola Fabbri

Arrangiamenti audio: Matteo de Angelis

 

Drammaturgia Antonio Koch

Regia teatrale Francesca Migliore

San Giovanni in Persiceto, paese alle porte di Bologna, inverno tra il 1944 e il 1945. Una famiglia di contadini, composta da madre, nonno e bambino di quattro anni; un padre inghiottito dal fronte russo che non ha lasciato tracce dietro di sé; una vita sospesa, fatta di piccole cose, in attesa di eventi che posso precipitarla da un momento all’altro nella paura e nel pericolo.
Improvvisamente, dal cielo, cade un paracadute e con lui Francis Cooper, un misterioso americano che parla una lingua sconosciuta. L’americano è gentile; la famiglia lo accoglie e lo nasconde ai Tedeschi, e in cambio il giovane uomo dà una mano nei campi e diventa un secondo padre per il bambino. Ma la grande Storia trascina con sé le piccole storie di questi personaggi, precipitandole verso un finale sorprendente. Questo spettacolo attraversa vari linguaggi, il teatro di narrazione, il video, la prosa, le canzoni dal vivo, proponendosi di ricostruire un ricordo di guerra realmente accaduto, raccolto dalle bocche dei protagonisti dallo scrittore Roberto Fiorini. Una vicenda drammatica ma brulicante di vita e di fede nella capacità di redenzione dell’uomo dagli orrori della guerra.

Venerdì 1 giugno, ore 21.30 - Centro Sociale Ricreativo Culturale Katia Bertasi, Via Aristotile Fioravanti 22, Bologna INGRESSO offerta libera 

Il 15 gennaio un ricordo di guerra alla Casa del popolo di Anzola

Continua la tournée della fortunata produzione 2017 del Teatro della Rabbia.

Il Teatro della Rabbia presenta

DOVE FINISCE LA NOTTE - UN RICORDO DI GUERRA

 

da un racconto di Roberto Fiorini

con Nicola Fabbri e Micaela Piccinini

 

regia video Davide Savaidis

nel video: Andrea Bazzani, Micaela Piccinini, Guido Vittorio Bazzani, Antonio Koch, Enrico Bazzani, Giancarlo Bazzani

Voce Off: Nicola Fabbri

Arrangiamenti audio: Matteo de Angelis

 

Drammaturgia Antonio Koch

Regia teatrale Francesca Migliore

San Giovanni in Persiceto, paese alle porte di Bologna, inverno tra il 1944 e il 1945. Una famiglia di contadini, composta da madre, nonno e bambino di quattro anni; un padre inghiottito dal fronte russo che non ha lasciato tracce dietro di sé; una vita sospesa, fatta di piccole cose, in attesa di eventi che posso precipitarla da un momento all’altro nella paura e nel pericolo.
Improvvisamente, dal cielo, cade un paracadute e con lui Francis Cooper, un misterioso americano che parla una lingua sconosciuta. L’americano è gentile; la famiglia lo accoglie e lo nasconde ai Tedeschi, e in cambio il giovane uomo dà una mano nei campi e diventa un secondo padre per il bambino. Ma la grande Storia trascina con sé le piccole storie di questi personaggi, precipitandole verso un finale sorprendente. Questo spettacolo attraversa vari linguaggi, il teatro di narrazione, il video, la prosa, le canzoni dal vivo, proponendosi di ricostruire un ricordo di guerra realmente accaduto, raccolto dalle bocche dei protagonisti dallo scrittore Roberto Fiorini. Una vicenda drammatica ma brulicante di vita e di fede nella capacità di redenzione dell’uomo dagli orrori della guerra.

15 gennaio 2018 ore 21.15, Sala Ivano Barberini- Casa del Popolo, Via Goldoni, 4- Anzola dell’Emilia (Bologna)
INGRESSO offerta libera - POSTI LIMITATI, SI CONSIGLIA LA PRENOTAZIONE AL 3397746956 (anche wapp) OPPURE INVIANDO UN’EMAIL A INFO@TEATRODELLARABBIA.COM ENTRO IL 14 gennaio

Un ricordo di guerra al Teatro dei 25

immagine-locandina.jpglocandina di Claudio Pesci

Il Teatro della Rabbia presenta

DOVE FINISCE LA NOTTE - UN RICORDO DI GUERRA

da un racconto di Roberto Fiorini
con Nicola Fabbri e Micaela Piccinini

regia video Davide Savaidis
nel video: Andrea Bazzani, Micaela Piccinini, Guido Vittorio Bazzani, Antonio Koch, Enrico Bazzani, Giancarlo Bazzani
Voce Off: Nicola Fabbri
Arrangiamenti audio: Matteo de Angelis

Drammaturgia Antonio Koch
Regia teatrale Francesca Migliore

San Giovanni in Persiceto, paese alle porte di Bologna, inverno tra il 1944 e il 1945. Una famiglia di contadini, composta da madre, nonno e bambino di quattro anni; un padre inghiottito dal fronte russo che non ha lasciato tracce dietro di sé; una vita sospesa, fatta di piccole cose, in attesa di eventi che posso precipitarla da un momento all’altro nella paura e nel pericolo.
Improvvisamente, dal cielo, cade un paracadute e con lui Francis Cooper, un misterioso americano che parla una lingua sconosciuta. L’americano è gentile; la famiglia lo accoglie e lo nasconde ai Tedeschi, e in cambio il giovane uomo dà una mano nei campi e diventa un secondo padre per il bambino. Ma la grande Storia trascina con sé le piccole storie di questi personaggi, precipitandole verso un finale sorprendente. Questo spettacolo attraversa vari linguaggi, il teatro di narrazione, il video, la prosa, le canzoni dal vivo, proponendosi di ricostruire un ricordo di guerra realmente accaduto, raccolto dalle bocche dei protagonisti dallo scrittore Roberto Fiorini. Una vicenda drammatica ma brulicante di vita e di fede nella capacità di redenzione dell’uomo dagli orrori della guerra.

10 novembre 2017 ore 21.00, Teatro dei 25, Via Cesare Abba, 6 (Bologna)
INGRESSO 10 euro - POSTI LIMITATI, SI CONSIGLIA LA PRENOTAZIONE AL 3397746956 OPPURE INVIANDO UN’EMAIL A INFO@TEATRODELLARABBIA.COM ENTRO IL 9 novembre

Fausto Coppi all’Ippodromo l’8 ottobre

Bolognina Banlieue
abitando il teatro

presenta all’interno del logo.png

Domenica 8 ottobre 2017 dalle ore 18 nel Giardino V. Muccioli Ippodromo di Bologna

“Cuore di Vento - raccontare Fausto Coppi” a cura del Teatro della Rabbia

fausto-coppi.jpg

Da un’idea di Francesca Migliore. Testo originale di Antonio Koch.
Con: Nicola Fabbri. Regia: Francesca Migliore. Contributi Video: Davide Savaidis“Un uomo solo è al comando, la sua maglia è biancoceleste, il suo nome è Fausto Coppi”. Fausto Coppi (1919 – 1960): un campione, una vita in salita, tesa a sfidare sempre i propri limiti, in un turbine di gare e vittorie, di scandali privati e successi pubblici, fino ad una morte paradossale e beffarda. Lo spettacolo esce dalla penna pungente e lucida del giovane scrittore bolognese Antonio Koch, che ripercorre la vita del più grande ciclista italiano filtrandola attraverso personali ricordi autobiografici. Oltre ad omaggiare il grande campione, il testo diventa quindi un’occasione per riflettere sulle smanie della contemporaneità, il perfezionismo e l’ansia da prestazione, e per ritrarre un’ossessione del nostro tempo: la competizione.
Una proposta teatrale che affronta le tematiche dello sport, in particolare il ciclismo e promossa dall’Associazione Fausto e Serse Coppi a Castellania www.faustoesersecoppi.it

Cos’è Bolognina Banlieue?
E’ un progetto che riunisce tre realtà teatrali del territorio della Bolognina Dramophone, Teatro della Rabbia, Teatrocondiviso che intendono dar vita ad una zona dedicata al teatro, dove promuoverlo partendo da luoghi altresì inusuali quali realtà commerciali, circoli, associazioni, biblioteche, sale pubbliche, incroci di strade, cortili privati, teatri e svariate altre situazioni possibili per incontrare le persone nei luoghi di tutti i giorni, dove la vita scorre fatta di relazioni e vicinanza. La prima parte di questo progetto ha avuto luogo dal 24 al 27 agosto 2017 con quattro spettacoli al Centro Commerciale Minganti, nel cortile privato di via Francesco Barbieri 17/2 ed il Centro Sociale Fondo Comini di via Fioravanti con una grande successo di pubblico. Il progetto ha avuto il patrocinio culturale di Comune e Quartiere Navile.

per informazioni: numero dedicato: 3347310495

bologninabanlieue@gmail.com - www.teatrodellarabbia.com

Fine estate in Bolognina con Fausto Coppi

Il Teatro della Rabbia presenta

CUORE DI VENTO - RACCONTARE FAUSTO COPPI

SPETTACOLO DI TEATRO MUSICA E VIDEO

DA UN’IDEA DI FRANCESCA MIGLIORE

TESTO ANTONIO KOCH

CON NICOLA FABBRI

voce off Valentina Palmieri

MUSICHE ORIGINALI MATTEO DE ANGELIS

REGIA VIDEO DAVIDE SAVAIDIS

REGIA TEATRALE FRANCESCA MIGLIORE

25 agosto 2017
ore 21
Cortile di Via Barbieri 17/2
Ingresso a offerta libera
3397746956 sms e wattsapp

«Un uomo solo è al comando; la sua maglia è biancoceleste; il suo nome è Fausto Coppi »

Fausto Coppi: 1919-1960. Un campione, una vita in salita, tesa a sfidare sempre i propri limiti in un turbine di gare e vittore, di scandali privati e di successi pubblici, fino ad una morte paradossale e a suo modo beffarda.

Lo spettacolo, uscito dalla penna pungente e lucida di Antonio Koch, si propone di ritrarre un’ossessione del nostro tempo: la competizione. Attraverso la vita del più grande ciclista italiano, ripercorsa da brani di video diretti da Davide Savaidis, Koch si interroga nuovamente sulle smanie della contemporaneità: il perfezionismo e l’ansia da prestazione. Attraverso la sensibile interpretazione dell’attore Nicola Fabbri e la misurata regia di Francesca Migliore, emerge con sguardo lucido e impietoso un ritratto crudo e angosciato di un eroe del nostro tempo.

locandina-bolognina-banlieu.pdf

Dove finisce la notte - un ricordo di guerra a Crespellano il 5 giugno

Locandina del pittore Claudio Pesci

Il Teatro della Rabbia presenta

DOVE FINISCE LA NOTTE - UN RICORDO DI GUERRA

da un racconto di Roberto Fiorini
con Nicola Fabbri e Micaela Piccinini

regia video Davide Savaidis
nel video: Andrea Bazzani, Micaela Piccinini, Guido Vittorio Bazzani, Antonio Koch, Enrico Bazzani, Giancarlo Bazzani
Voce Off: Nicola Fabbri
Arrangiamenti audio: Matteo de Angelis

Drammaturgia Antonio Koch
Regia teatrale Francesca Migliore

San Giovanni in Persiceto, paese alle porte di Bologna, inverno tra il 1944 e il 1945. Una famiglia di contadini, composta da madre, nonno e bambino di quattro anni; un padre inghiottito dal fronte russo che non ha lasciato tracce dietro di sé; una vita sospesa, fatta di piccole cose, in attesa di eventi che posso precipitarla da un momento all’altro nella paura e nel pericolo.
Improvvisamente, dal cielo, cade un paracadute e con lui Francis Cooper, un misterioso americano che parla una lingua sconosciuta. L’americano è gentile; la famiglia lo accoglie e lo nasconde ai Tedeschi, e in cambio il giovane uomo dà una mano nei campi e diventa un secondo padre per il bambino. Ma la grande Storia trascina con sé le piccole storie di questi personaggi, precipitandole verso un finale sorprendente. Questo spettacolo attraversa vari linguaggi, il teatro di narrazione, il video, la prosa, le canzoni dal vivo, proponendosi di ricostruire un ricordo di guerra realmente accaduto, raccolto dalle bocche dei protagonisti dallo scrittore Roberto Fiorini. Una vicenda drammatica ma brulicante di vita e di fede nella capacità di redenzione dell’uomo dagli orrori della guerra.

5 giugno 2017 ore 21.15, Sala Polivalente Palazzo Garagnani, Via Marconi 47, Crespellano (Bologna)
INGRESSO A OFFERTA LIBERA - POSTI LIMITATI, SI CONSIGLIA LA PRENOTAZIONE AL 3397746956 OPPURE INVIANDO UN’EMAIL A INFO@TEATRODELLARABBIA.COM ENTRO IL 4 GIUGNO

Ecco un assaggio dello spettacolo  VIDEO 

Dove finisce la notte - un ricordo di guerra a San Giovanni in Persiceto il 20 aprile

Locandina del pittore Claudio Pesci

Il Teatro della Rabbia presenta

DOVE FINISCE LA NOTTE - UN RICORDO DI GUERRA

da un racconto di Roberto Fiorini
con Nicola Fabbri

regia video Davide Savaidis
nel video: Andrea Bazzani, Micaela Piccinini, Guido Vittorio Bazzani, Antonio Koch, Enrico Bazzani, Giancarlo Bazzani
Voce Off: Nicola Fabbri
Arrangiamenti audio: Matteo de Angelis

Drammaturgia Antonio Koch
Regia teatrale Francesca Migliore

San Giovanni in Persiceto, paese alle porte di Bologna, inverno tra il 1944 e il 1945. Una famiglia di contadini, composta da madre, nonno e bambino di quattro anni; un padre inghiottito dal fronte russo che non ha lasciato tracce dietro di sé; una vita sospesa, fatta di piccole cose, in attesa di eventi che posso precipitarla da un momento all’altro nella paura e nel pericolo.
Improvvisamente, dal cielo, cade un paracadute e con lui Francis Cooper, un misterioso americano che parla una lingua sconosciuta. L’americano è gentile; la famiglia lo accoglie e lo nasconde ai Tedeschi, e in cambio il giovane uomo dà una mano nei campi e diventa un secondo padre per il bambino. Ma la grande Storia trascina con sé le piccole storie di questi personaggi, precipitandole verso un finale sorprendente. Questo spettacolo di teatro di narrazione si propone di ricostruire un ricordo di guerra realmente accaduto, raccolto dalle bocche dei protagonisti dallo scrittore Roberto Fiorini, ripercorso tra racconto orale e video dall’attore Nicola Fabbri. Regia video di Davide Savaidis, interpretato da Andrea Bazzani, Micaela Piccinini, Guido Vittorio Bazzani, Enrico Bazzani, Giancarlo Bazzani. La drammaturgia è di Antonio Koch, la regia teatrale è di Francesca Migliore. Una vicenda drammatica ma brulicante di vita e di fede nella capacità di redenzione dell’uomo dagli orrori della guerra.

20 aprile 2017 ore 21, Centro Culturale Amarcord, Via Suor Orsola Donati 86, Anzola dell’Emilia (Bologna)
INGRESSO LIBERO AD INVITI - POSTI LIMITATI, SI CONSIGLIA LA PRENOTAZIONE AL 3397746956 OPPURE INVIANDO UN’EMAIL A INFO@TEATRODELLARABBIA.COM ENTRO IL 19 APRILE

Appuntamenti di gennaio

shakespeare.jpg

TEATRO DELLA RABBIA PRESENTA…

…un laboratorio…

BRUSH UP YOUR SHAKESPEARE laboratorio di recitazione su “Romeo e Giulietta” docente Alessandro Tampieri

Attraverso l’analisi del testo ed esempi di messa in scena, il laboratorio vuole approfondire la modernità del teatro shakespeariano con particolare riferimento al rapporto fra l’attore e la parola, lo spazio, il personaggio, gli altri interpreti.

Si richiede una preparazione teatrale di livello intermedio.  Il martedì dalle 20,30 alle 22,30  e alcuni week end. Periodo: da gennaio ad aprile 2017.

SEDE DEL CORSO: MICROTEATRO Via Nazario Sauro 28/i

lezione di prova GRATUITA martedì 24 gennaio 2017 ore 20,30
1a lezione martedì 31 gennaio ore 20,30
prova aperta finale

informazioni: info@teatrodellarabbia.com -www.teatrodellarabbia.com - www.alessandrotampieri.com
3397746956 (lun, merc, giov 9-12)

leggi di più

…e uno spettacolo

romy-schneider-london.jpg

26 gennaio 2017 ore 21

Microteatro Via Nazario Sauro 28/i

Rosa di ghiaccio - Ricordi di Romy Schneider
Con Fabiola Ricci e Nicola Fabbri
Contributi audio nei filmati, arrangiamento basi Riccardo Nanni
Regia video e musiche originali Roberto Passuti
Regia Teatrale Francesca Migliore
MICROTEATRO Via Nazario Sauro 28/i
ingresso 5 euro - posti limitatissimi, è consigliato prenotare inviando un’email a info@teatrodellarabbia.com oppure sms e wapp al 3397746956
Altre info su www.teatrodellarabbia.com

Cosa sappiamo di Romy Schneider? I giornali ci hanno svelato la sua vita in technicolor: un’ infanzia dorata, gli esordi scintillanti in Sissi, la tumultuosa storia d’amore con Alain Delon, la tragica morte del figlio… Tuttavia gli innumerevoli volti di Romy sembrano raccontare un’altra storia. Cominciata molto giovane la carriera cinematografica, il suo più grande successo fu senza ombra di dubbio la trilogia, popolarissima ancora oggi, di Sissi. Per milioni di spettatori nel mondo Romy e Sissi non sono altro che la stessa persona. Ma se i destini singolari di queste due donne presentano delle inquietanti somiglianze, Romy trascorrerà tutta la vita in fuga da questo ingombrante ruolo di giovinezza. La sua passione per Alain Delon precipita il suo volo incerto verso Parigi, da dove partirà un percorso artistico di rilievo, con registi del calibro di Visconti, Deray, Sautet, Welles, Preminger, mentre la sua vita privata inanellerà delusioni e fallimenti. Prendendo le mosse dalla biografia di Romy Schneider, questo spettacolo si propone di tratteggiarne un ritratto completo e ricco di sfumature attraverso brani di film recitati dal vivo, montaggi video, canzoni in francese e tedesco. Un vero omaggio ad un’attrice che l’anno scorso avrebbe compiuto settant’anni se un tragico destino non l’avesse trascinata lontano da se stessa e dal suo pubblico.