Archive for Febbraio, 2012

Corso di teatro per donne in gravidanza

Volentieri riceviamo e segnaliamo questo laboratorio dell’amica e collaboratrice Valeria Ianniello

 TEATRO INTERESSANTE

Laboratorio Gestazionale

 

Ove c’è molta luce, l’ombra è più cupa. Goethe

 

Il termine “gestazione” significa:

1- gravidanza

2- (in senso figurato)processo di preparazione, di elaborazione.

I nove mesi di gravidanza sono un periodo di preparazione. Il nostro corpo si prepara ad accogliere dentro di sé una vita, man mano l’accoglie e comincia a conviverci per poi farla nascere.

Il nostro corpo è perfetto, estremamente saggio e in qualche maniera”magico”.

Conosce perfettamente il percorso da seguire a prescindere dalla nostra mente.

Eccoci al punto. I l nostro corpo è perfetto, saggio e preparato a questo evento. Ma la nostra mente?

Anchen la nostra mente deve prepararsi e seguire un processo di elaborazione. Ma non c’è la perfezione della natura ad agevolarla in questo processo. Questo è, e rimarrà sempre, un processo singolare personale ed unico. Ed estremamente complesso oltre che incredibilmente grandioso nelle sue mille possibili sfaccettature.

Spesso non siamo in grado di viverlo a pieno, di districarne tutti i nodi, di guardarlo dentro a fondo, negli abissi. Perchè non vogliamo, magari per paura, o perchè ci mancano i “mezzi” e le “reti” per poterlo fare.

L’arte come sempre credo davvero possa essere il mezzo più efficace, più personale, più intimo se pur nella sua universalità, per un percorso del genere.

Del resto il teatro ormai da tempo è riconosciuto come una delle migliori discipline formative della personalità che presuppone un forte impegno per conoscere i limiti delle proprie potenzialità interpretative ed espressive, e da qui, trarre nuovo impulso per il loro superamento.

Ecco perchè un corso di teatro solo ed esclusiavemente per donne in gravidanza.

Per gravidanze cercate, desiderate o indesiderate, affrontate con gioia o con timori o con tristezza o con fatica. Perchè ognuna di queste emozioni è uno specchio dell’altra, più o meno presente in noi.

Un percoso che “sfrutta” le tecniche teatrali per diventare qualcosa che ancora non sa. Che scopriremo insieme. E’ un percorso che vuole scavare in profondità. E’ giusto che ne siate coscienti.

Ma non solo.

I primi punti che vengono generalmente trattati nei laboratori teatrali sono esattamente quelli che vengono “accennati”(per ovvi motivi di tempo)durante i corsi preparto,per es:

1) La conoscenza della respirazione, articolazione, vocalità, postura.

  1. Il suono del tempo, dello spazio e del ritmo.
  2. L’espressione corporea o del movimento. Attivazione corporea e connessione con l’immaginario.

Questi sono i punti che tratteremo durante il corso e che saranno utili nella praticità dell’”Evento”.

Perchè avere una cosciente percezione del proprio corpo è fondamentale in gravidanza.Conoscerlo nella sua maniera di parlarci di raccontarsi. Pensate del resto alla definizione più semplice della danza: ”La danza è un’arte che si esprime nel movimento del corpo umano secondo un piano prestabilito o improvvisato “. E ora pensate al termine”GraviDanza”.

Gli altri punti, si appoggeranno e attraverseranno l’improvvisazione, l’ intersoggettività, il rapporto creatività/spontaneità, lo specchio, le inversioni di ruolo, drammaturgia, scrittura creativa, elaborazione del personaggio etc. ma nello specifico saranno punti che scriveremo insieme a seconda del gruppo che si formerà e delle esigenze che emergeranno e saranno quelli su cui verterà la maggior parte del tempo del corso.

Non è richiesta assoluamente nessuna preparazione o attitudine artistica. L’unica qualità da possedere è quello di essere in cinta. Il teatro è usato in questo percorso come mezzo, come strumento, come Rete di protezione. Come contenitore che nasce per accogliere ogni forma d’arte.

E quella di dare la vita è la più grande opera d’arte a cui l’essere umano possa giungere.

Attrice professionista da 10 anni e alla 31° settimana di gravidanza scopro come tante “tecniche” teatrali possano essere di grande aiuto. E vorrei condividerle e approfondirle con voi.

Se raggiungerò un numero di adesioni di almeno 10 persone vorrei cominciare già nel mese di marzo.

Lunedi e giovedi dalle 14h30 alle 16h00

Sede: Centro danza Isadora.via san vitale,40 Bologna

Il costo per il primo mese è di 60 euro mensili.

Per ulteriori informazioni e per adesioni potete chiamarmi al 338-1572703 dal lun al ven dopo le 18h, il sabato tutto il giorno.

 

Valeria Ianniello.