Archive for the 'Musica' Category

Lucio Battisti in scena al Microteatro il 14 dicembre

ANTONIO KOCH in 

INNOCENTI EVASIONI


Pensieri su Lucio Battisti 


 

 

14 dicembre 2016

Microteatro
 Via Nazario Sauro 28/l, Bologna
(nella galleria)

Ore 21 Time: 9 pm 


Ingresso: € 5,00 / Admission: € 5,00

Prenotazione consigliata, posti molto limitati

e-mail a info@teatrodellarabbia.com
sms/wapp al +39 339 7746956 

Antonio Koch autore del testo e attore 

Matteo De Angelis autore delle musiche originali, voce, chitarra e tromba

Francesca Migliore regia 

Lucio Battisti rivive nel monologo di Koch, accompagnato dalla voce, dalla chitarra e dalla tromba di Matteo De Angelis.

Lo spettacolo, inserito nella mini serie teatrale Pensieri di Koch, spunti di riflessione sul mondo dei famosi e non, traccia un divertente e nostalgico monologo per ricordare Lucio Battisti a sedici anni dalla sua scomparsa. Antonio Koch, autore e attore italo-tedesco, ricostruisce attraverso canzoni, parole e riflessioni di fan, alcuni aspetti del cantautore e ne ricostruisce un’immagine più schietta e lontana da tutto ciò che già si è detto di lui.
Alla voce di Koch si intrecciano le musiche originali scritte e interpretate da Matteo De Angelis, musicista bolognese di formazione classica, che durante lo spettacolo interpreterà alcuni brani di Lucio Battisti e presenterà il suo ultimo CD Rimanenze di magazzino, contenente le musiche scritte appositamente per lo spettacolo di Koch.


http://matteodeangelis.blogspot.it/

www.teatrodellarabbia.com


Dal 9 novembre, al via i corsi della cantante e performer Fabiola Ricci

Da sempre sul palcoscenico, Fabiola Ricci è cantante, attrice, drama teacher, Voice Trainer/Vocal Coach, musical performer, regista, didatta. E’ stata per tre volte relatrice nel Convegno Internazionale La Voce Artistica invitata dal Prof. Franco Fussi, Direttore Artistico del Convegno. È protagonista di Musical tra i quali Jesus Christ Superstar, Cats, No No Nanette, Rent e di opere teatrali tra le quali Vecchi Tempi di Harold Pinter e Spettri di Henrik Ibsen. È soprano in numerose formazioni a cappella di repertorio classico e moderno, e lead singer di varie band funky, pop, spiritual e gospel. È Direttrice Artistica e Didattica dell’Accademia del Musical di Castrocaro.
Parallelamente all’attività di performer sul palcoscenico, da 25 anni insegna, in tutta Italia e all’estero, le discipline riguardanti il Musical Theatre, attraverso il metodo di propria creazione VOICE On STAGE, che parte dalla tecnica corporea e vocale, per arrivare all’interpretazione scenica e attoriale, cantata e recitata, allo scopo di formare il cosiddetto triple-threat performer, ovvero l’artista di Musical Theatre, in grado di interpretare sul palcoscenico un personaggio che recita, canta e danza allo stesso tempo. Tale metodologia è adatta a qualsiasi artista che utilizzi la voce e il corpo, non solo performer di Musical Theatre (l’artista completo nelle tre discipline canto, recitazione e danza), ma anche cantanti e attori. Il suo approccio didattico può definirsi di tipo olistico, perché considera l’individuo nella sua interezza, e la mentalità è quella della ricercatrice, perché oltre ad interessarsi di psicologia, psichiatria, neurologia (si diploma all’Università di Ferrara nel Corso di Perfezionamento “Musica e Musicoterapia in Neurologia”), logopedia, posturologia, culture, letterature e lingue straniere (in cui è laureata all’Università di Bologna col massimo dei voti) e in generale di ogni attività umana, sa che è necessario non smettere mai di studiare, per rimanere sempre aggiornati sulle novità nei vari ambiti e perché crede che la conoscenza debba essere uno degli obiettivi fondamentali di ogni essere umano.

Ecco i corsi attivati presso il Microteatro, in via Nazario Sauro 28/l (Bologna)

  • Uso della voce e tecnica vocale per tutti Il mercoledì dalle 18 alle 20 a partire dal 9 novembre (10 incontri di due ore)

Alla scoperta della voce, lo strumento più antico e misterioso, essenziale nella vita di ognuno e parte integrante della propria personalità. Il corso è aperto a tutti e rivolto a chiunque desideri migliorare la propria voce nella vita quotidiana e in quella professionale (insegnanti, relatori…), per migliorare la comunicazione con il proprio sé e con gli altri.

  • Corso di Public Speaking  Il mercoledì dalle 20,30 alle 22,30 a partire dal 9 novembre (10 incontri di due ore)

  E’ un Corso pratico, rivolto a chiunque voglia seriamente migliorare la propria credibilità, il proprio carisma, la presenza scenica e la capacità comunicativa nel lavoro, nella società e nella propria famiglia, indipendentemente dalla propria professione, dall’età e dalle esperienze di vita.

E’ particolarmente indicato per le persone che hanno la necessità di parlare in pubblico (relatori, e docenti).

Verranno utilizzate tecniche teatrali, in particolare il Metodo Voice On Stage, di creazione della Docente, per migliorare il dominio del proprio corpo e della propria voce ed ottenere una soddisfacente performance scenica.

  • Corso di canto individuale  Appuntamenti individuali da concordare con la docente nelle giornate di martedì, mercoledì e giovedì

Si parte dallo studio e conoscenza del proprio Strumento Corpo e del proprio Strumento Voce, che dovranno essere sviluppati in modo da formare una solida Unità, avendo come obiettivo primario la Comunicazione credibile ed efficace sul Palcoscenico, passando attraverso l’utilizzo fisiologicamente corretto di tali Strumenti.
L’allievo viene considerato nella sua specifica realtà individuale, quale universo unico ed irripetibile; viene guidato verso la scoperta e il completo dominio della propria voce, passando attraverso il fondamentale dominio del proprio corpo, macrostrumento in cui è inserito il microstrumento Voce, di cui dovrà scoprire le caratteristiche, potenzialità e capacità, trovando il proprio suono, senza essere l’imitazione di nessuno, ed imparando a comunicare sul palcoscenico (e nella vita quotidiana) gestendo al meglio lo strumento corpo e lo strumento voce.

 

Info e iscrizioni 3397746956 lun, merc, giov 9-12 oppure sms o wapp

oppure scrivere a info@teatrodellarabbia.com

 

Il 19 ottobre Aperitivo dei Talenti: corsi e percorsi per conoscersi e reinventarsi

Il 19 ottobre al Microteatro, in Via Nazario Sauro 28/l (nella galleria), il Teatro della Rabbia presenta l’Aperitivo dei Talenti: un pomeriggio di presentazione di corsi e nuove attività dello spazio Microteatro, teatro minuscolo per 20 spettatori dall’anima infinita. Dalle 18,30 si alterneranno sul palco Micaela Piccinini, Eleonora Buratti, Fabiola Ricci, Nicola Fabbri che condivideranno con voi frammenti di talento e proposte di corsi e percorsi da ritagliare per se stessi o per i propri figli, il tutto innaffiato di buon vino e stuzzichini. Ingresso libero.

Non mancate!

Micaela Piccinini

Parte la nuova stagione del Teatro della Rabbia

ANTONIO KOCH in 

INNOCENTI EVASIONI


Pensieri su Lucio Battisti 


 

 

 29 novembre 2015

Teatro in una stanza
 Via Nazario Sauro 28, Bologna
(nella galleria, n. 28/i)

Ore 16:30 Time: 4:30pm 


Ingresso: € 5,00 / Admission: € 5,00

Prenotazione consigliata, posti limitati:
e-mail a info@teatrodellarabbia.com
o sms al +39 339 7746956 (fino a un giorno prima)

Antonio Koch autore del testo e attore 

Matteo De Angelis autore delle musiche originali, voce, chitarra e tromba

Francesca Migliore regia 

Lucio Battisti rivive nel monologo di Koch, accompagnato dalla voce, dalla chitarra e dalla tromba di Matteo De Angelis.

Lo spettacolo, inserito nella mini serie teatrale Pensieri di Koch, spunti di riflessione sul mondo dei famosi e non, traccia un divertente e nostalgico monologo per ricordare Lucio Battisti a sedici anni dalla sua scomparsa. Antonio Koch, autore e attore italo-tedesco, ricostruisce attraverso canzoni, parole e riflessioni di fan, alcuni aspetti del cantautore e ne ricostruisce un’immagine più schietta e lontana da tutto ciò che già si è detto di lui.
Alla voce di Koch si intrecciano le musiche originali scritte e interpretate da Matteo De Angelis, musicista bolognese di formazione classica, che durante lo spettacolo interpreterà alcuni brani di Lucio Battisti e presenterà il suo ultimo CD Rimanenze di magazzino, contenente le musiche scritte appositamente per lo spettacolo di Koch.


http://matteodeangelis.blogspot.it/

www.teatrodellarabbia.com

Free via Skype

il 12 aprile torna il duo Koch-De Angelis

12 APRILE 2015 / Sunday, April 12th, 2015

Teatro della Rabbia presenta, per la rassegna Pensieri di Koch 

ANTONIO KOCH in 

INNOCENTI EVASIONI - Theatre 
Pensieri su Lucio Battisti 

Bologna, BO, Italy

 

 

 Teatro in una stanza
 Via Nazario Sauro 28, Bologna
(nella galleria, n. 28/i)

Ore 16:30 Time: 4:30pm 


Ingresso: € 5,00 / Admission: € 5,00

Prenotazione consigliata, posti limitati:
e-mail a info@teatrodellarabbia.com
o sms al +39 339 7746956 (fino a un giorno prima)

Antonio Koch autore del testo e attore 

Matteo De Angelis autore delle musiche originali, voce, chitarra e tromba

Francesca Migliore regia 

Lucio Battisti rivive nel monologo di Koch, accompagnato dalla voce, dalla chitarra e dalla tromba di Matteo De Angelis.

Lo spettacolo, inserito nella mini serie teatrale Pensieri di Koch, spunti di riflessione sul mondo dei famosi e non, traccia un divertente e nostalgico monologo per ricordare Lucio Battisti a sedici anni dalla sua scomparsa. Antonio Koch, attore e autore italo-tedesco, ricostruisce attraverso canzoni, parole e riflessioni di fan, alcuni aspetti del cantautore e ne ricostruisce un’immagine più schietta e lontana da tutto ciò che già si è detto di lui. “Lucio Battisti era la carne - dichiara l’autore - ma sono convinto che è rimasto un po’ bambino…”
Alla voce di Koch si intrecciano le musiche originali scritte e interpretate da Matteo De Angelis, musicista bolognese di formazione classica, che durante lo spettacolo interpreterà alcuni brani di Lucio Battisti e presenterà il suo ultimo CD Rimanenze di magazzino, contenente le musiche scritte appositamente per lo spettacolo di Koch.


http://matteodeangelis.blogspot.it/

www.teatrodellarabbia.com

Call

Send SMS

Add to Skype

You’ll need Skype CreditFree via Skype

One man show di Koch il 30 novembre

Teatro della Rabbia presenta

per la rassegna un Tè a Teatro

ANTONIO KOCH in

Rimanenze di magazzino

pensieri di un lavoratore precario
(40 buoni motivi per non avere 40 anni)


TESTO aNTONIO KOCH

chitarra e tromba live Matteo de Angelis


regia di Francesca Migliore


AL MONOLOGO SEGUIRà UNA MERENDA VEGANA CURATA
DALL’ASSOCIAZIONE ARTI POVERE PRATELLO


DOMENICA 30 NOVEMBRE 2014 – ORE 16.30

tEATRO IN UNA sTANZA, vIA nAZARIO sAURO, 28 (NELLA GALLERIA)

ingresso 6 euro (biglietto + merenda vegana)

Si consiglia la prenotazione causa posti limitati
Prenotazioni via e-mail su info@teatrodellarabbia.com oppure
sms 3397746956 entro la mezzanotte del giorno prima
WWW.TEATRODELLARABBIA.COM

L’autore-attore bolognese si interroga sul malcontento di un’intera generazione in un divertente monologo che affronta il tema della precarietà del tempo presente. Quel che ne emerge è l’incertezza di un’intera generazione che non riesce a ritagliarsi uno spazio nella società.

Alla voce di koch si alternano le musiche originali live di Matteo de Angelis alla tromba e alla chitarra.

Antonio e Matteo

Nuova casa per il Teatro della Rabbia

Teatro della Rabbia inaugura il nuovo spazio

Teatro in una stanza

Via Nazario Sauro 28/i (nella galleria)


con il monologo brillante


Rimanenze di magazzino

pensieri di un lavoratore precario

(40 buoni motivi per non avere 40 anni)

di e con Antonio Koch

chitarra e tromba live Matteo de Angelis

regia di Francesca Migliore

 

koch-per-loc.jpg


L’autore attore bolognese si interroga sul malcontento di un’intera generazione in un divertente monologo che affronta il tema della precarietà del tempo presente. Quel che ne emerge è l’incertezza di un’intera generazione che non riesce a ritagliarsi uno spazio nella società. Alla voce di Koch si alternano le musiche originali live di Matteo de Angelis alla tromba e alla chitarra.


Dopo lo spettacolo, della durata di 60 minuti, è previsto un rinfresco.

5 e 6 dicembre 2013 ore 21

ingresso omaggio - tessera obbligatoria 5 euro

(tesseramento 2014)


Si consiglia la prenotazione causa posti limitati


Prenotazioni via e-mail su info@teatrodellarabbia.com 
entro la mezzanotte del giorno prima.

Possibilità di effettuare un turno B alle ore 22.
In caso di forte affluenza ci sarà una replica il 6/12 ore 21



							

15 dicembre: Marilyn si confessa a Bellezza Orsini

Lo spettacolo, cantato e recitato,  nasce da un’idea di Francesca Migliore che ne ha adattato il testo a partire dai ricordi di Arthur Miller e ne ha anche curato la regia. Con un vero e proprio omaggio a Marilyn, entrata nel mito e divenuta icona e simbolo di bellezza e di sensualità, si fanno emergere i due aspetti dominanti della vita della star, quello più allegro e spensierato legato alle canzoni e quello più malinconico che affiora dai documenti e dai ricordi del terzo marito. L’attrice e  cantante Fabiola Ricci, interprete sensibile e spumeggiante,  si muove su uno sfondo di documenti rielaborati dalla personale e toccante regia video di Davide Savaidis, accompagnata dalle voci di Alessandro Tampieri e Fabiana Giordano che rievocano i momenti salienti della vita dell’attrice e la sua lotta disperata per liberarsi del suo passato di orfana e aderire all’immagine gioiosa che il mondo si era fatto di lei. Mentre il filmato mette in luce l’interiorità della donna, la parte di spettacolo dal vivo presenta le canzoni più famose dell’interprete delle fantasie maschili anni Cinquanta, che ne valorizzano la dimensione pubblica, spiritosa e frizzante. Questi momenti sono infine inframmezzati da scene di movimento nelle quali l’attrice-danzatrice Sara Ottavia Carolei interpreta i momenti evolutivi davanti ai quali il personaggio si confronta con se stesso. Ne scaturisce un’immagine più completa e composita che mette in evidenza la donna sotto le vesti della diva. Musiche dal vivo alla chitarra del sensibile a poliedrico Matteo De Angelis. 15 dicembre ore 21, Bellezza Orsini, Mura di Porta Galliera, 2 (Bologna) Ingresso 7 €. Prenotazione consigliata, posti limitati. Inviare sms a 339/7746956 oppure e-mail a ilteatrodellarabbia@libero.it (fino a un giorno prima)

Fabiola Ricci canta il musical il 31 marzo

La poliedrica attrice e cantante Fabiola Ricci ripercorre la storia del musical attraverso i suoi personaggi femminili, dagli anni ‘70 fino ai giorni nostri: Maria Maddalena in “Jesus Christ Superstar”, Norma Desmond in “Sunset Boulevard”, Grizabella in “Cats”, Velma Kelly in “Chicago”, Eva Peron in “Evita”, e molti altri. Fabiola Ricci vanta un curriculum prestigioso nel panorama del musical, con parti in Jesus Christ Superstar, Cats e Rent, prodotto da Nicoletta Mantovani e Luciano Pavarotti. Una serata dedicata agli appassionati di musical, ma anche a chi vuole ascoltare splendide melodie e avvicinarsi ad un genere da sempre apprezzato in tutto il mondo, ma che in Italia è arrivato al successo solo di recente, ricevendo incredibili consensi di pubblico e critica.

Il Teatro della Rabbia presenta

ALL THAT MUSICAL

di e con Fabiola Ricci

31 marzo 2010 ore 21

BELLEZZA ORSINI Mura di Pta Galliera, 2 (Bologna)

Ingresso 7 €+ 1 € tessera otiumteatro- A causa dei posti limitati è gradita la prenotazione  inviando una e-mail a contacts@teatrodellarabbia.com entro il 30 marzo a mezzanotte (attendere conferma)

 

Il treno di John Cage

Al Mambo  (Museo d’Arte Moderna di Bologna via Don Minzoni 14), fino al 20 luglio vi segnaliamo la  mostra “1978 - Il Treno di John Cage” con fotografie, installazioni, documenti storici sull’evento treno del 1978.  Assolutamente da non perdere.

Nel sito www.iltrenodijohncage.it leggiamo un interessante excursus sull’evento firmato da Oderso Rubini, che vi partecipa attivamente:

Take the Cage Train. Ecco l’idea – fortemente voluta dalla Provincia di Bologna e dalla Regione Emilia-Romagna, con l’adesione e la collaborazione del Comune di Bologna e dei Comuni di Casalecchio di Reno, Sasso Marconi, Marzabotto, Vergato, Riola, Grizzana Morandi, Monzuno, Porretta Terme, che hanno affidato il coordinamento artistico e la progettazione ad AngelicA Festival – per festeggiare una delle più straordinarie esperienze di musica in movimento, nata sotto l’egida del genio di John Cage (ripresa oggi da Massimo Simonini, Oderso Rubini e Alvin Curran), che lasciò ricordi indelebili nella memoria musicale dei tanti testimoni, e che oggi si rimetterà in marcia – come un tempo – da Bologna a Porretta, con alcune soste lungo il percorso.

È giocato così Take the Cage Train, sul filo lunghissimo di un ricordo che attraversa trent’anni per dire che oggi – tra mille difficoltà, entusiasmi smorzati dal ritornello della ‘crisi’ – la musica è più viva che mai: ed è qui che sta il senso del doppio binario (è il caso di dirlo) su cui corre questo ambizioso progetto, che vedrà da un lato un momento dedicato alla memoria di ciò che è stato (con un’esposizione a MAMbo, coproduttore dell’evento, che raccoglierà documenti di ogni sorta, fotografici e audiovisivi) e dall’altro lato una lunga corsa verso ciò che la musica può essere oggi o, forse, domani.Trait d’union sarà ovviamente la figura di Alvin Curran, amico e collaboratore di John Cage, ora in veste di direttore musicale e “compositore” del nuovo treno. 

Ogni tanto il treno si fermava, nelle stazioni previste, trovando ad accoglierlo sempre un pubblico sorprendetemente numeroso e gruppi folk, gruppi rock locali, la banda del paese, gruppi corali, ecc. 

“Allegria e stupore si diffondevano nell’impressione di un Carnevale complessivo, fatto dal rovesciamento dei valori, dell’alto e del basso….

Ogni stazione di sosta diventava occasione per una prova di arte nell’ambiente, nella quale, spariti l’inscatolamento dei partecipanti e del sonoro, questi e quello sceglievano le proprie strade, adescati dal bar o spinti dal vento…

Con la consuta serenità di spirito, John Cage stava insegnando alla gente accorsa nel treno e attorno ad esso che la musica sta solo in parte nella musicalità di chi la produce, ma in gran parte in quella di coloro che ascoltano…”  

Giampiero Cane tratto da “Le Feste Musicali a Bologna” ed. Baskerville